La Camelia non è solo una bella pianta, ma è anche molto elegante in arredamento, molto esigente e di difficile coltivazione. Ha una fioritura stupenda, con fiori di colore rosa, rossi o bianchi, con diverse sfumature a seconda della specie e varietà.

Mettere l’argilla per 3 centimetri circa nel vaso e riempire poi con terra adatta a questo tipo di pianta (verificare il PH). Trasferire dunque la piantina ottenuta dopo la semina (alta circa 10 centimetri) oppure una talea di 15 centimentri circa.
Metterla quindi al centro del vaso, schiacciare un po’, aggiungere ancora del terriccio ed innaffiare con cura senza eccedere di acqua.

L’umidità deve essere molto elevata, quindi eseguire nebulizzazioni di acqua e porre sotto il vaso un vassoio contenente della ghiaia bagnata.
Se l’acqua fosse troppo dura (verificarne il PH), ci sono in commercio dei prodotti che hanno la proprietà di ammorbidire la’acqua delle annaffiature.
Questo perchè il calcare contenuto nell’acqua del rubinetto arreca molto danno alla pianta.

Risulta essere uno dei motivi più frequenti per cui non si riesce a far sopravvivere una splendida Camelia in salotto.
Fare dunque attenzione che, durante le annaffiature non vengano bagnate le foglie (che presenterebbero subito delle macchie scure) nè i fiori (che appassirebbero e si sciuperebbero ancor prima).
Per ottenere fiori più grandi, recidere tutti i boccioli secondari e lasciare una sola gemma per ogni ramo.