Il lupino da fiore, non deve essere confuso con quello alimentare, che veniva coltivato già dai popoli che abitavano la valle del Nilo, in Egitto. Il lupino da fiore è una pianta di rapido accrescimento e con una fioritura abbondante e prolungata. Segui la guida per sapere come annaffiarlo.

Il lupino è una pianta che ama particolarmente l’acqua e seppur temendo i ristagni idrici, richiede sempre un terreno particolarmente umido e fresco. L’acqua, quindi deve essere distribuita con un annaffiatoio o un tubo di gomma, sempre dal basso e mai a pioggia e senza mai bagnare le foglie, perché creereste delle condizioni favorevoli alle infestazioni fungine.

Innaffiate questa pianta la mattina o la sera e mai durante le ore calde della giornata. Per quanto riguarda il terriccio, è ideale un terreno con forte componente sabbiosa o silicea, ma riescono a crescere bene anche nei normali terreni da giardino sempre che siano ricchi di humus, drenati bene e privi di ristagni profondi.

Dovete assolutamente evitare i terreni compatti e calcarei perché il lupino è una pianta acidofila che predilige quindi i terreni con un PH compreso tra i valori di cinque e sei. Per quanto riguarda la concimazione, al momento della semina, prima della vangatura, spargete sul terreno concime granulare a lenta cessione.