Hai mai adoperato la vetroresina per riparare la carena rotta della tua moto? Se non l’hai mai utilizzata allora questa guida fa per te. La guida insegnerà come poter adoperare la vetroresina nel migliore dei modi. E’ semplicissimo, basta seguire con attenzione.

Occorrente
Resina poliestere
Guanti
Pennello
Fibra di vetro
Recipiente
Spatola metallica
Catalizzatore
Carta vetrata
Carta di giornale
Stucco

La prima cosa che devo dirti è quella che la resina può essere di due tipi: poliestere e epossidica. Noi utilizzeremo quella poliestere, perchè più economica e aggredisce meno alcune materie plastiche. A questo punto, indossiamo i guanti, prendiamo la carena della moto da aggiustare e carteggiamola con la classica carta vetrata, che sia di tipo grosso.

Ora mettiamo sul banco di lavoro dei fogli di giornale, questo perchè la vetroresina è molto appiccicosa. Tagliamo alcuni fogli di vetroresina e versiamo la resina in un contenitore di plastica, riempiendolo di resina quanto basta. Adesso prendiamo il catalizzatore e calatizziamo la resina mettendo le gocce necessarie per la quantità versata nel recipiente. Se hai difficoltà, puoi vedere le etichette dei prodotti per la percentuale da versare.

A questo punto, con una spatola metallica, mescoliamo il tutto. Dopo di chè, prendiamo il pennello, impregniamo le setole di resina e mettiamo una prima passata al punto della carena che dobbiamo aggiustare. Prendiamo i fogli di vetroresina, e pennelliamoli di resina, mentre li posizioniamo nel buco da riparare uno alla volta. Dopo aver messo la vetroresina, diamo un’altra passata di pennello e facciamo asciugare. Dopo possiamo passare lo stucco per pareggiare il tutto. La nostra carena è stata riparata.