Alcuni sono convinti che il trasloco sia una delle principali cause di stress per l’essere umano. Di certo può rivelarsi una esperienza difficile da gestire sia dal punto di vista psicologico che pratico. Questa breve guida ti offre qualche consiglio per organizzarti al meglio e affrontare in modo sereno il tuo trasloco.

Prima di tutto fai un’accurata ricerca delle ditte che si occupano di traslochi nella tua città e chiedi un preventivo a più di una. Fai in modo che la ditta che hai scelto ti consegni un preventivo scritto con l’elenco delle cose di cui si occuperà, il numero di scatoli che ti consegnerà, l’orario in cui il trasloco avrà inizio e se è previsto che i suoi addetti si occupino dell’imballaggio.

Se puoi fai imballare gli scatoloni al personale della ditta: rinchiudere ogni singolo pezzo della tua abitazione in una scatola può essere davvero molto faticoso e ti prenderebbe parecchio tempo. Se hai scelto una ditta con grande esperienza potrai contare su addetti che in men che non si dica imballeranno scatoloni e vestiti. Se preferisci, tu occupati solo di imballare cose estremamente preziose o a cui sei particolarmente legato.

Scrivi con cura su ogni scatolone il gruppo di oggetti che vi sono dentro oppure il nome della stanza dove dovrà essere depositato nella casa nuova. Così eviterai di perdere tempo ad aprire tutti gli scatoloni alla ricerca degli oggetti che ti servono e potrai sistemare con tutta calma ogni singolo ambiente.

Ricorda che gli addetti della ditta di traslochi hanno l’obbligo di rimontare tutti i mobili che hanno trasferito, ma non ti allacceranno lampadari, tubi del gas o dell’acqua, quindi fai in modo che al momento del montaggio dei mobili nella casa nuova siano presenti anche un elettricista e un idraulico che si occuperanno della messa in funzione di cucina e punti luce.